Diagnosi Energetica 2019: monitoraggio ed efficientamento energetico per l'Industria

Normativa nazionale - D.Lg. 102/2014

Secondo il DLgs 102/14 art. 8, comma 3, le Grandi Imprese e le Imprese Energivore iscritte negli elenchi istituiti presso la Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA), sono obbligate all'esecuzione di una diagnosi energetica, condotta da società di servizi energetici, esperti in gestione dell'energia o auditor energetici, nei siti produttivi localizzati sul territorio nazionale entro il 5 dicembre 2015 e successivamente ogni 4 anni.

Tale obbligo non si applica alle grandi imprese che hanno adottato sistemi di gestione conformi EMAS e alle norme ISO 50001 o EN ISO 14001, a condizione che il sistema di gestione in questione includa un audit energetico conforme. 
Il Ministero dello Sviluppo economico, con il documento che aggiorna i chiarimenti in materia di diagnosi energetica per le Imprese Energivore, determina le prossime scadenze per i soggetti obbligati.
In particolare, il ministero comunica l’imminente scadenza per le imprese a forte consumo di energia, iscritte nell'elenco istituito presso la Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA) pubblicato il 16 giugno 2017: le Imprese Energivore devono impegnarsi alla redazione di una Diagnosi Energetica entro il termine perentorio del 5 Dicembre 2017; sono previste sanzioni pecuniarie da € 4.000 a € 40.000 per la mancata effettuazione della diagnosi.
Le imprese a forte consumo di energia ricomprese nei successivi aggiornamenti del predetto elenco CSEA, ma pubblicati in data successiva al 16 giugno 2017, dovranno eseguire la diagnosi energetica entro il 5 Dicembre 2018.
Per tutte le Grandi Imprese ed Imprese Energivore che hanno effettuato la Diagnosi Energetica nel 2015, rimane la scadenza al 5 Dicembre 2019, con dati non più analizzati attraverso modello energetico, ma derivanti da un piano di monitoraggio che rendiconti almeno un anno di consumi.

  • Scadenza Diagnosi Grandi Imprese ed Energetiche Imprese Energivore che hanno effettuato la Diagnosi energetica nel 2015
    05/12/2019
  • Scadenza Diagnosi Energetiche Imprese Energivore iscritte nell’elenco del 19/06/2017 
    05/12/2017
  • Scadenza Diagnosi Energetiche Imprese Energivore iscritte negli elenchi post 19/06/2017
    05/12/2018

Normativa di riferimento:

PROPOSTA EI

Energy Intelligence srl, in qualità di società di servizi volti al risparmio, razionalizzazione e monitoraggio dei consumi energetici delle imprese, offre il proprio supporto per la redazione di diagnosi energetiche dettagliate secondo gli standard normativi di settore.

La Diagnosi Energetica è uno strumento utile alla definizione del profilo di consumo di una determinata attività produttiva, suddivise per aree di processo, mettendone in luci sprechi e inefficienze, trovando nel contempo la soluzione più adatta per la riduzione di detti consumi in un’ottica costi/benefici. L’attività di diagnostica approfondita prevede:

  • lo studio dettagliato dei consumi elettrici e termici dell’intero sito produttivo
  • sopralluoghi in campo e misurazione dei principali parametri di consumo elettrico e termico per area produttiva o reparto
  • la redazione di un modello energetico aziendale preciso e puntuale, tale da fotografare lo stato dei consumi per centri di costo
  • l'individuazione di interventi di efficientamento energetico da attuare, secondo le esigenze aziendali e maggiormente remunerativi
  • l’elaborazione di dettagliati business plan a supporto delle soluzioni energetiche individuate
  • un percorso di efficientamento energetico progressivo che coinvolga l’intera struttura produttiva, identificando gli interventi e le soluzioni maggiormente performanti, volti al risparmio energetico e alla razionalizzazione delle risorse interne
  • l’accesso verso forme di finanza agevolata (Bandi, Super e Iper Ammortamento, Detrazioni fiscali) ed incentivi (Certificati bianchi, Conto Termico).

La Diagnosi Energetica Industriale (o Audit Energetico Industriale) viene definita dalla direttiva 2012/27/UE come “una procedura sistematica finalizzata a ottenere un’adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un impianto industriale o commerciale o di servizi pubblici o privati, a individuare e quantificare le opportunità di risparmio energetico sotto il profilo costi-benefici e a riferire in merito ai risultati“.

In versione semplificata è possibile anche considerare la definizione di diagnosi energetica di Wikipedia: “una valutazione sistematica, documentata e periodica dell’efficienza dell’organizzazione del sistema di gestione del risparmio energetico.

La diagnosi energetica è il primo passo per avviare il percorso di efficientamento energetico, è una fotografia precisa di come viene utilizzata l’energia in un determinato periodo. Energy Intelligence è in grado di eseguire Diagnosi Energetiche secondo la norma UNI CEI EN 16247 degli edifici e delle aziende. La diagnosi energetica determina come, dove, quando e per quale scopo l’energia viene utilizzata all'interno di un’azienda o di un edificio; consiste nella raccolta e analisi dei dati tecnici ed economici sui consumi energetici e nell'identificazione delle soluzioni e dei relativi investimenti e di solito è il primo passo di un percorso che porta all’efficientamento energetico dell’azienda.

Analisi dei consumi di un immobile: audit o diagnosi energetica

Con diagnosi energetica si intendono tutte le indagini che vengono effettuate su un immobile per valutare dove e come l'energia viene consumata. L'analisi, chiamata anche audit energetico, valuta con precisione la quantità e la qualità dell'energia utilizzata per diverse finalità come riscaldamento, raffrescamento, illuminazione ed utilizzo di elettrodomestici.

La diagnosi rappresenta la prima fase di una riqualificazione o ristrutturazione energetica perché senza una conoscenza attenta delle caratteristiche del fabbricato non è possibile proporre soluzioni efficaci di miglioramento.E' molto importante la competenza del tecnico che deve effettuare la diagnosi, poiché, da lui dipende la corretta ristrutturazione energetica e la valutazione del più probabile ritorno economico degli interventi.

In generale quando si intraprende una valutazione energetica dello stato di un immobile andrebbero valutati anche altri aspetti quali il degrado della struttura, delle murature e delle finiture, lo stato di manutenzione degli impianti, la documentazione amministrativa, etc. L'insieme di queste indagini viene chiamata "Due diligence immobiliare".

Come si svolge e chi effettua l'analisi

Per iniziare correttamente una diagnosi energetica bisogna prima di tutto analizzare le bollette, dove sono presenti molte informazioni utili sui consumi storici. In molti casi si riescono ad intraprendere azioni correttive soltanto con una valutazione attenta della bolletta e della tipologia di contratto di fornitura utilizzato.

Un percorso di efficientamento energetico ben strutturato, prevede le seguenti macro fasi:

  • DIAGNOSI ENERGETICA elaborazione studio di fattibilità con analisi tecnico-economica, scelta delle migliori soluzioni di efficienza ed economiche
  • PIANO DI MONITORAGGIO installazione di hardware e software per l’analisi puntuale e periodica degli assorbimenti
  • REALIZZAZIONE (Diretta o modalità ESCO) degli interventi, messa in esercizio
  • OPERATION monitoraggio periodico dei consumi, manutenzione degli impianti.

La Direttiva 2012/27/UE in cui all’art.8, commi 1 e 3, decreto legislativo. n. 102/2014, per tutte le grandi imprese e per le imprese a forte consumo di energia indipendentemente dalla loro dimensione, introduce l’obbligo ad eseguire diagnosi energetiche ogni 4 anni, a partire dal 5 dicembre 2015. Inoltre lo stesso decreto ha introdotto per le prossime diagnosi l’Obbligo di monitoraggio degli asset principali, nel 2015 le Diagnosi Energetiche, secondo il d.lgs 102/2014, sono state redatte con dati stimati, nel 2019 sarà obbligatorio effettuarle con dati misurati.

Dopo una analisi dei consumi storici si può iniziare l'indagine più avanzata attraverso l'utilizzo di strumentazione specifica, come la termocamera, e con l'ausilio di software avanzati di simulazione e modellizzazione del sistema edificio-impianto.

Le figure professionali che eseguono una diagnosi energetica devono avere una approfondita conoscenza dell'edificio e degli impianti

Obbligo diagnosi energetica per le imprese

Dal 5 Dicembre 2015 e successivamente ogni 4 anni le grandi imprese avranno l'obbligo di realizzare la diagnosi energetica della propria attività per migliorare l'efficienza e minimizzare i consumi. Le imprese inadempienti saranno sanzionate con multe elevate, fino a 40000 euro.

Quali imprese sono soggette all'obbligo e chi può redigere la diagnosi

L'obbligo è destinato alle Grandi Imprese e alle Piccole e Medie Imprese energivore (cioè che hanno un forte consumo di energia). La diagnosi va consegnata all'ENEA, ente che si occupa anche dei controlli. I soggetti che redigono la diagnosi sono:

  • Società di Servizi Energetici (ESCo)
  • Esperti in Gestione dell’Energia (EGE)
  • Auditor Energetici

Dal 2016 questi soggetti dovranno essere certificati.

Metodi e strumenti per una corretta diagnosi

L’analisi può includere misure in situ, per stimare parametri che condizionano significativamente i flussi energetici e quindi i consumi; le variabili misurabili possono essere suddivise in quattro categorie:

  1. Misure di ambiente/benessere: misura delle temperature e dell'umidità negli ambienti. Valutazione statistica della sensazione di benessere avvertita da coloro che occupano gli ambienti.
  2. Misure sull’involucro: caratteristiche delle pareti esterne, dei solai e degli infissi.
  3. Misure sull’impianto: caratteristiche degli impianti di riscaldamento, raffrescamento, ventilazione e produzione di acqua calda sanitaria
  4. Misure climatiche esterne: misura delle temperature e dell'umidità dell'ambiente esterno.

Le attuali norme di riferimento per la stima del fabbisogno energetico degli edifici rimandano a procedure semplificate(regime stazionario). Appartengono a questa categoria tutti i programmi software che permettono la redazione dell’attestato di prestazione energetica (APE). Mentre, per ottenere informazioni più utili, andrebbero utilizzati dei software di simulazione dinamica

Approfondimento: La simulazione dinamica

Gli obiettivi

I principali obiettivi di una diagnosi energetica sono:

  1. Valutare i consumi dell'immobile
  2. Definire gli interventi di riqualificazione energetica valutando le convenienze economiche ed i "ritorni dell'investimento".
  3. Analizzare ed ottimizzare le spese di gestione dell'immobile.

La simulazione dinamica degli edifici

Una diagnosi energetica può avvalersi di strumenti di indagine come termo-camere, termoflussimetri ma per un livello avanzato di diagnosi è necessario utilizzare uno strumento come la simulazione dinamica degli edifici. Questi programmi sofisticati permettono di creare modelli che simulano in maniera dettagliata e realistica le condizioni climatiche esterne ed interne, l'utilizzo dell'immobile e delle diverse unità immobiliari, gli impianti e le dispersioni dalle strutture coinvolte nella determinazione del fabbisogno energetico.

I programmi di simulazione dinamica permettono di indagare con precisione come cambiano i consumi nelle diverse ipotesi di riqualificazione. Creare un modello informatico del proprio immobile e tararlo sulla base dei propri consumi è di fondamentale importanza poiché permette di simulare infiniti scenari di riqualificazione e di scegliere quello migliore per ogni esigenza.

Tipologie di edificio

Una diagnosi energetica è di particolare interesse per:

  • Alberghi, hotel e strutture ricettive
  • Scuole
  • Edifici pubblici
  • Uffici
  • Abitazioni indipendenti (ville, case a schiera, quadrifamiliari)
  • Condomini

I singoli appartamenti hanno un margine di intervento ridotto: se si cerca di migliorare solo il proprio appartamento senza coinvolgere tutto il condominio aumentano in modo significativo le difficoltà ad attuare interventi semplici e con un elevato ritorno dell'investimento.

I costi e le agevolazioni della diagnosi energetica

Una attenta riqualificazione energetica di un immobile comporta un risparmio di energia, quindi economico, e una rivalutazione del valore immobiliare dovuto sia alla migliore classe energetica sia alla ristrutturazione architettonica e funzionale.

Il costo di una diagnosi energetica è variabile e dipende dalla dimensione e dalla complessità dell'immobile. Il costo del servizio, se abbinato ad un intervento di riqualificazione, viene ripagato in tempi brevi grazie al risparmio ottenuto dai miglioramenti energetici.

La diagnosi è tra gli interventi soggetti alle agevolazioni fiscali come la detrazione per ristrutturazione energetica(attualmente 65% IRPEF)

diagnosi

Ottimizza l’energia della tua impresa e mettiti in regola! Un sistema informativo energetico integrato con esperti a tua disposizione.

La diagnosi energetica per impianti industriali è un’analisi approfondita condotta attraverso sopralluoghi presso l’unità produttiva e attraverso l’esame di documenti forniti dall’azienda; essa costituisce lo strumento principale per conoscere e quindi intervenire efficacemente sulla situazione energetica dell’industria.

Perché scegliere Energy Intelligence

Consulenti a tua disposizione che ti aiuteranno a rilevare sprechi di energia e trovare le soluzioni maggiormente remunerative di risparmio.
Energy Intelligence Platform, la piattaforma disponibile in Cloud leader nella gestione dei flussi energetici.

Benefici Energy Intelligence Platform

Energy Intelligence Platform è il sistema di monitoraggio energetico integrato che supporta la tua azienda nell'Energy Management e nell'efficientamento, informandoti sullo stato dei consumi e suggerendoti dove intervenire per ridurli e risparmiare.

  • Semplicità

    Centralizza e normalizza tutti i dati energetici multi-sito/impianto, multi-vettore

  • Precisione

    Permette una contabilizzazione analitica energetica per destinazione d’uso

  • Controllo

    Espone indicatori chiave (KPI) per tipologia di impianto gestito

  • Consapevolezza

    Genera Alert e report automatici

  • Organizzazione

    Offre una gestione dei ticket, dei piani manutentivi e degli scadenzari

  • Puntualità

    Permette di monitorare in tempo reale i flussi energetici/economici ed i risultati ottenuti

La diagnosi energetica, come indicato dal Decreto 102 del 2014, è obbligatoria per tutte le grandi imprese (>250 addetti e fatturato > 50 M€ o bilancio > 43 M€) e per le imprese Energivore iscritte all’elenco della CSEA.

Il termine ultimo è scaduto il 5 dicembre 2015. L’obbligo successivo sarà entro dicembre 2019.

logo energy intelligence
Governiamo i processi di controllo dell’energia secondo i nuovi paradigmi della sostenibilità, dell'efficienza e delle fonti rinnovabili.
Naviga il nostro sito...

Scopri come funziona in 3 semplici step

Step 1

Contatto

Step 2

Sopralluogo gratuito

Step 3

Report

Diagnosi Energetica 2019: monitoraggio ed efficientamento energetico per l'Industria

Ottimizza l’energia della tua impresa e mettiti in regola! Un sistema informativo energetico integrato con esperti a tua disposizione.


Ottimizza l'energia della tua impresa

Affronta l'obbligo di diagnosi energetica 2019 con un sistema di monitoraggio integrato e una squadra di esperti a tua disposizione.


Energy Intelligence Platform - Diagnosi Energetica

Quanto costa lo spreco di energia?
Estrai valore dal flusso informativo energetico: soluzione disponibile in Cloud a supporto dell'utilizzo intelligente dell'energia.


Audit Energetico - diagnosi energetiche

La diagnosi energetica o audit energetico è una valutazione sistematica, documentata e periodica dell'efficienza dell'organizzazione del sistema di gestione del risparmio energetico.


Manutenzione impianto fotovoltaico

Energy Intelligence si propone come il miglior garante del sistema di manutenzione impianti fotovoltaici, potendo gestire direttamente l'intero processo manutentivo.