SEU e SEESEU Fotovoltaico

SEU e SEESEU FOTOVOLTAICO : i sistemi SEU e SEESEU fanno parte dei Sistemi Semplici di Produzione e Consumo di energia elettrica (SSPC).

In particolare i SEU (Sistemi Efficienti di Utenza) sono sistemi in cui uno o più impianti di produzione di energia elettrica, alimentati a fonti rinnovabili o in assetto CAR, gestiti dal medesimo produttore, eventualmente diverso dal cliente finale, sono direttamente connessi, per il tramite di un collegamento privato senza obbligo di connessione di terzi, all’unità di consumo di un solo cliente finale e sono realizzati all’interno di un area (…) di proprietà o nella piena disponibilità del medesimo cliente e da questi, in parte, messa a disposizione del produttore o dei proprietari dei relativi impianti di produzione.

La classificazione di questa e delle altre configurazioni possibili ( SEESEU, ASAP, ASE, ecc. ) si è resa necessaria perché, per ciascuna di esse, vigeva un differente trattamento tariffario con particolare riferimento alle componenti a copertura degli Oneri Generali di Sistema.

Riportiamo di seguito le principali fasi in ordine temporale dell’evoluzione normativa che ha caratterizzato tali sistemi.

 

FASE 1: GIUGNO 2014
L’attuazione della delibera AEEG 578/2013/R/EEL e del Decreto legislativo nr. 91 del 24/06/2014 convertito in Legge nr. 116/2014 introduce il pagamento di oneri generali di sistema (OGS) anche sulla componente di energia PRODOTTA e AUTOCONSUMATA in sito.

In precedenza gli oneri generali di sistema erano dovuti in relazione alla sola energia elettrica PRELEVATA dalla Rete.

ESONERO PARZIALE: 
La normativa sopra richiamata prevedeva la possibilità di essere esonerati per circa il 95% da tali oneri a patto di richiedere ed ottenere dal GSE la qualifica di SEU (Sistemi Efficienti di Utenza) o SEESEU(Sistemi Esistenti Equivalenti ai SEU) secondo varie modalità:

  • per i sistemi SSP (Scambio Sul Posto) per ottenere l’esonero non era necessario presentare la richiesta di qualifica; il GSE per tali sistemi procedeva automaticamente al riconoscimento della qualifica stessa;
  • per i sistemi incentivati con il V conto energia o con contratto di RID (Ritiro Dedicato dell’Energia) per ottenere l’esonero era necessario inoltrare la richiesta esclusivamente attraverso il portale GSE.

Se la qualifica SEU veniva ottenuta entro determinate scadenze, l’effetto del beneficio si considerava retroattivamente dal 01/01/2014, altrimenti l’esonero parziale era efficace dalla data di ottenimento della qualifica.

 

FASE 2: GENNAIO 2017
Il csd “milleproroghe” diventa legge e l’AUTOCONSUMO viene COMPLETAMENTE ESONERATO dagli oneri generali di sistema .

L’attuazione della delibera 276/2017/R/EEL (in applicazione del decreto legge csd “milleproroghe”) prevede che non vi sia più alcuna differenza tra le diverse tipologie di SSPC realizzabili (tra cui i SEU e SEESEU), per le quali gli Oneri Generali di Sistema trovano applicazione sulla sola energia elettrica PRELEVATA dalla Rete, rimuovendo pertanto il pagamento di oneri generali di sistema (OGS) sulla componente di energia PRODOTTA e AUTOCONSUMATA in sito.

La delibera elimina dunque la restrizione, introdotta dalla delibera AEEG 578/2013/R/EEL, sulla percentuale di energia auto consumata esentata dal pagamento degli oneri.

Il decreto csd “milleproroghe” prevede inoltre che anche in relazione ai periodi antecedenti al 1 gennaio 2017, le componenti tariffarie che avrebbero dovuto essere applicate all’energia elettrica AUTOCONSUMATA non sono più esigibili.

 

FASE 3: APRILE 2017
Con la news del 28/04/2017 il GSE recepisce le modifiche introdotte dal mille proroghe.

A partire dal 1° gennaio 2017 non sarà più possibile presentare richiesta di qualifica SEU o SEESEU attraverso il portale GSE; in attesa della pubblicazione delle nuove modalità di qualifica.

Nel caso di richieste di qualifica presentate nel corso del 2017, il richiedente può rinunciare all’istanza entro il 31 maggio 2017 tramite raccomandata o via PEC, all’indirizzo info@pec.gse.it.

IDENTIFICAZIONE DEGLI ASSPC

  • Il GSE provvederà a completare, tramite portale, l’attività istruttoria relativa alle richieste di qualifica pervenute, salvo quelle per cui il richiedente non abbia manifestato espressa rinuncia entro il 31/05/2017.
  • I Sistemi che accedono al regime di Scambio sul Posto continueranno a essere automaticamente identificati dal GSE come SSP-A (inferiori a 20kWp) o SSP-B (tutti gli altri).
  • Per individuare eventuali clienti finali “nascosti” alla rete pubblica, il GSE dovrà definire una procedura per identificare tutti gli Altri Sistemi Semplici di Produzione e Consumo (ASSPC) in esercizio alla data del 30 aprile 2017, per i quali non è stata presentata richiesta di qualifica tramite Portale Online ovvero per i quali verrà presentata la rinuncia.

Per rimanere informati: