Il primo passo per convertire uno stabilimento industriale o agricolo a ruolo di prosumer è installare un impianto FV sul tetto. Gli incentivi regionali e nazionali, il bonus amianto, il taglio della bolletta. La proposta di Energy Intelligence.

Fotovoltaico sul tetto

Mentre le nazioni si fermano a causa del coronavirus sole, vento e acqua continuano a svolgere il proprio ciclo vitale senza la necessità di un intervento umano. Per questo motivo le energie rinnovabili costituiscono un'ancora di salvezza per l’uomo e il suo habitat: non solo inquinano meno, preservando la salubrità dell'ambiente in cui si vive, ma costituiscono la vera alternativa per rilanciare un'economia basata sull'autosufficienza energetica delle imprese e delle comunità.

Energy Intelligence da anni si fa promotrice dei nuovi paradigmi energetici mettendo al centro dei propri servizi la figura del prosumer (quel soggetto che produce una parte consistente dell'energia che consuma) aiutando le aziende a trasformare la propria identità di consumatore passivo (e inquinante) in attore consapevole in grado di generare l'energia di cui ha bisogno e di rendere maggiormente efficiente il proprio ciclo produttivo.

Un segnale positivo in questo senso è la recente riapertura del Bando della Regione Piemonte “per l’efficienza energetica e fonti rinnovabili nelle imprese”, che non a caso incentiva le micro, piccole, medie e grandi imprese a svolgere le azioni necessarie per generare energia destinata all'autoconsumo

Il primo passo per convertire uno stabilimento industriale (o agricolo) a prosumer è senz'altro l'installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto. Un'azione oggi molto conveniente grazie a sovvenzioni regionali e incentivi nazionali, come quelle previste dal decreto Fer, volte a sostenere la produzione di energia da fonti rinnovabili per il raggiungimento dei target europei al 2030 definiti nel Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC). 

Grazie a questi incentivi le imprese che decidono di installare il fotovoltaico sulla propria copertura, possono godere di benefici immediati: oltre ad iniziare a produrre l'energia elettrica per l'autoconsumo, prelevandone meno dalla rete, possono beneficiare di un bonus per la rimozione dell'amianto sul tetto, così da svolgere due azioni di riqualificazione del sito produttivo, che aumenterà tra l’altro così il proprio valore immobiliare.

L'installazione dell'impianto fotovoltaico risulta infine un'operazione strategica: ferma i costi dell'energia per i futuri 20 anni, svincolandoli dalle oscillazioni del mercato e lasciando all'impresa solo i costi di investimento (Capex), coperti da bandi e incentivi, e di gestione operativa (Opex).

Le cifre discusse in questi giorni dalla Commissione Europea sulla riduzione delle emissioni CO2 al 50-55% fanno pensare ad un trend destinato a crescere: le imprese dovranno contribuire al miglioramento delle condizioni ambientali eliminando sprechi, riducendo le emissioni inquinanti e autoproducendo l’energia elettrica necessaria per il proprio fabbisogno.

In particolare, se pensiamo all’Italia e al contesto problematico della Pianura Padana, dove la possibilità dell'aggravarsi di malattie aumenta a causa dell’inquinamento atmosferico, capiamo che le rinnovabili sono davvero l’unica strada percorribile nel futuro. Qui l’installazione del fotovoltaico sul tetto è senz’altro un intervento fondamentale nell’attivazione di sistemi autosufficienti che riducano le emissioni di CO2.

Il prosumer diventa ora il protagonista della riqualificazione del nostro habitat. Partendo dal fotovoltaico, che di per sé produce energia pulita, Energy Intelligence ha messo a punto uno strumento di diagnosi energetica per dimensionare l’impianto fotovoltaico in modo da massimizzarne il beneficio economico dell’investimento ed individuare contestualmente i possibili interventi di efficienza utili ad eliminare gli sprechi e le inefficienze nei flussi di energia all'interno dei cicli produttivi.

In questo modo non solo l’azienda prosumer produce energia per l'autoconsumo da fonti rinnovabili ma ne richiede meno, diminuendo l’intensità energetica della propria attività e dei propri prodotti, e riducendo ulteriormente i costi in bolletta.

Il percorso virtuoso, indicato da Energy Intelligence, può proseguire con interventi di efficientamento, come la sostituzione di macchinari energivori, oppure l’installazione di sistemi di accumulo per consentire alle imprese di immagazzinare l’energia prodotta in eccesso ed utilizzarla nel momento del bisogno (anche nelle ore serali o nei picchi di assorbimento) o ancora installare colonnine per la ricarica delle auto elettriche dei dipendenti, o generare sistemi di condivisione dell’energia con gli edifici nelle vicinanze al fine di creare comunità energetiche autosufficienti.

La graduale trasformazione dell’impresa porta vantaggi anche a livello di prodotto, che vede ridotta la propria intensità energetica e al contempo si arricchisce di nuovi fattori competitivi.

In questa prospettiva si comprende quanto l'installazione del fotovoltaico sul tetto industriale sia un elemento necessario e seminale verso un’esistenza sempre più sostenibile e virtuosa, a beneficio delle imprese, dell'economia e del benessere dell'intera società. 

Vuoi installare un impianto fotovoltaico sul tetto della tua azienda? Siamo a tua disposizione per una consulenza gratuita

Energy Intelligence srl - www.energyintelligence.it
info@energyintelligence.it - tel 051826116

 

Leggi l'articolo su Qualenergia.it

Diagnosi Energetica 2019: monitoraggio ed efficientamento energetico per l'Industria

Ottimizza l’energia della tua impresa e mettiti in regola! Un sistema informativo energetico integrato con esperti a tua disposizione.


Installazione Impianto Fotovoltaico Industriale

Se stai valutando l'installazione di un impianto fotovoltaico industriale per sviluppare la politica energetica della tua azienda, contattaci per una prima consulenza gratuita da parte di uno dei nostri Consulenti EGE (Esperto in gestione dell'Energia), riceverai immediatamente un esempio di Business plan.

Inoltre, se hai la necessità di smaltire l'amianto dalla copertura della tua azienda, installare il fotovoltaico diventa un'opportunità molto interessante: il decreto FER ha lasciato ampia disponibilità di potenza incentivabile per gli impianti fotovoltaici realizzati su copertura con rimozione eternit.


Energy Intelligence Platform - Diagnosi Energetica

Quanto costa lo spreco di energia?
Estrai valore dal flusso informativo energetico: soluzione disponibile in Cloud a supporto dell'utilizzo intelligente dell'energia.


Audit Energetico - diagnosi energetiche

La diagnosi energetica o audit energetico è una valutazione sistematica, documentata e periodica dell'efficienza dell'organizzazione del sistema di gestione del risparmio energetico.


Manutenzione impianto fotovoltaico

Energy Intelligence si propone come il miglior garante del sistema di manutenzione impianti fotovoltaici, potendo gestire direttamente l'intero processo manutentivo.


Prosumer

Da Consumer a Prosumer: il consumatore diventa protagonista nella gestione dei flussi energetici