I dati del RER22 evidenziano come negli ultimi 12 mesi, le energie rinnovabili siano passate dall’essere quasi limitate al mero dibattito sulla sostenibilità, ad assolute protagoniste delle agende globali, più che mai focalizzate sul raggiungimento di un’autosufficienza energetica.

25/05/2022

L’edizione 2022 del Renewable Energy Report ha analizzato e interpretato le principali novità del mercato delle energie rinnovabili in Italia, con particolare attenzione all’analisi dei prezzi dell’energia e all’approfondimento del ruolo delle fonti rinnovabili in questo precario contesto internazionale.

 

Dalla sostenibilità ambientale all’autonomia energetica: il cambio di prospettiva

A differenza dell’Europa, ormai prossima al traguardo complessivo di 700 GW di potenza installata, l’Italia ancora arranca. Sebbene la ripartenza post-pandemica sia stata positiva, la quantità di nuovi impianti fotovoltaici ed eolici è solo di poco superiore a quella del 2019.

Al 2030, l’installato totale di rinnovabili in Italia dovrebbe attestarsi tra i 125 e i 130 GW: un obiettivo raggiungibile solo se il tasso di installazione sarà quattro volte maggiore dell’attuale per l’eolico (circa 1,75 GW/anno contro gli 0,38 GW/anno di oggi) e sette volte maggiore per il fotovoltaico (circa 5,6 GW/anno contro 0,73 GW/anno).

 

Screenshot 20220525 165149 Adobe Acrobat

 

A questo quadro si aggiunge l’ormai consolidata crisi energetica - dovuta a diversi fattori oltre al conflitto in Ucraina - che però, a sorpresa, porta con sé anche una serie di buone notizie. Come sottolineato nel Report del Politecnico di Milano, infatti, l’attenzione sulle rinnovabili non è mai stata così alta, così come la volontà delle istituzioni di abbattere il più possibile le barriere legislative e burocratiche alle nuove installazioni.

In parallelo, si modifica anche la prospettiva a medio e lungo termine dell’obiettivo fissato dal processo di decarbonizzazione: non più (solo) sostenibilità e ambiente, ma soprattutto autonomia energetica e normalizzazione dei costi dell’energia. Un argomento, quest’ultimo, che indubbiamente coinvolge tutti, anche i maggiori player globali del settore.

 

Supportare e ottimizzare l’energia Made in Italy? Energy Intelligence punta sul digitale

Oltre all’accelerazione nelle nuove installazioni, emerge dal Report quanto sia di fatto fondamentale investire anche in interventi di revamping e repowering dei numerosi impianti fotovoltaici ed eolici che in Italia hanno già 10 o più anni di vita. Luca Bonzagni, Amministratore Delegato di Energy Intelligence, è intervenuto durante il RER22 proprio per sottolineare il fondamentale contributo dei sistemi digitali a queste attività.

Energy Intelligence ha gradualmente perfezionato il proprio modello di Business che vede la digitalizzazione degli impianti e dei processi come un’attività complementare e di guida alle attività di campo e gestione.

L’esperienza maturata e i dati organizzati negli ultimi 10 anni di esercizio sono stati la base di 2 anni di investimenti per la produzione di nuovi moduli software sviluppati a fianco di Università e centri di ricerca nei quali l’azienda ha sperimentato anche algoritmi di intelligenza artificiale.

Lo scopo è poter disporre di strumenti utili a supportare le scelte che oggi si rendono necessarie, anche utilizzando nuovi strumenti normativi, nuove tecnologie e nuove configurazioni. Nel campo del revamping, ad esempio, la ricchezza del data base di Energy Intelligence ha permesso di realizzare uno strumento capace di analizzare un impianto da remoto, proiettare le sue prestazioni future e di identificare in tempo reale le opportunità di revamping (da valutare poi in dettaglio da analisi sul campo).

L’applicazione di strumenti digitali può però coinvolgere anche un altro importante tassello sulla strada verso la decarbonizzazione: le Comunità Energetiche.
Anche in questo caso, Energy Intelligence ha fin da subito intuito la necessità di strumenti ad hoc per calcolare e valorizzare l’energia condivisa e per gestire la comunità, ripartendone i benefici. Facendo ricorso ad algoritmi di Intelligenza Artificiale, l’azienda ha messo a punto una versione della piattaforma EI dedicata proprio alla progettazione e gestione delle CER.

 Renewable Energy Report 2023


 

In un contesto globale che sembra volerci spingere nuovamente verso l’accaparramento dei combustibili fossili, facendo leva sui bisogni e le paure del momento, è invece il momento più opportuno per comprendere quanto le fonti rinnovabili siano ancora una volta l’unica vera risposta. Il momento storico che stiamo vivendo ci consente infatti una visione lucida è chiara su come potrebbe essere l’energia del futuro proseguendo con ancora più vigore sulla strada della decarbonizzazione: autosufficiente, pulita e a basso costo.

Dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy presente nel sito

loading

Installazione Impianto Fotovoltaico Industriale

Se stai valutando l'installazione di un impianto fotovoltaico industriale per sviluppare la politica energetica della tua azienda, contattaci per una prima consulenza gratuita da parte di uno dei nostri Consulenti EGE (Esperto in gestione dell'Energia), riceverai immediatamente un esempio di Business plan.

Inoltre, se hai la necessità di smaltire l'amianto dalla copertura della tua azienda, installare il fotovoltaico diventa un'opportunità molto interessante: il decreto FER ha lasciato ampia disponibilità di potenza incentivabile per gli impianti fotovoltaici realizzati su copertura con rimozione eternit.


Energy Intelligence Platform - Diagnosi Energetica

Quanto costa lo spreco di energia?
Estrai valore dal flusso informativo energetico: soluzione disponibile in Cloud a supporto dell'utilizzo intelligente dell'energia.


Audit Energetico - diagnosi energetiche

La diagnosi energetica o audit energetico è una valutazione sistematica, documentata e periodica dell'efficienza dell'organizzazione del sistema di gestione del risparmio energetico.


Manutenzione impianto fotovoltaico

Energy Intelligence si propone come il miglior garante del sistema di manutenzione impianti fotovoltaici, potendo gestire direttamente l'intero processo manutentivo.


Prosumer

Da Consumer a Prosumer: il consumatore diventa protagonista nella gestione dei flussi energetici